Stazione ferroviaria Tessera – Marco Polo
Progetto
2004

Committente
RFI

Luogo
Area di Mestre (VE) e aeroporto Marco Polo  Tessera (VE)

Il progetto riguarda lo studio di fattibilità di una nuova linea metropolitana regionale SFMR, affiancata da una linea alta capacità AC, pensate con l’idea di decongestionare l’intera zona mestrina dal traffico pesante delle merci (con AC)e leggero delle persone (con SFMR). Lo snodo principale era una stazione “ipogea” con servizi, costruita ad ovest dell’aeroporto Marco Polo di Tessera e con esso collegata. Li si poteva generare “l’intermodalità”, scambiare cioè le merci da aereo a treno a gomma. L’area dell’aeroporto si presentava molto disordinata e frammentaria; l’edificio viaggiatori con la sua disposizione ruotata di 45° rispetto all’asse della pista, generava una serie di conflitti con gli edifici attorno, e in particolare rendeva molto difficile posizionare una stazione difronte esso. L’idea era far si che l’edificio dell’aeroporto entrasse a far parte di una composizione generale composta da quattro blocchi disposti in successione e tenuti legati da un asse comune perpendicolare all’edificio aeroportuale. In questo modo si aveva la percezione dell’unità che dominava tutto l’insieme. La stazione ferroviaria era composta da un edificio di circa 300 m. di lunghezza, disposto su due piani fuori terra e uno interrato a quota – 7,50 m. Alla stazione si poteva accedere tramite due strade che la percorrevano per tutta la lunghezza. Gli accessi conducevano in un percorso molto largo che attraversava la stazione per tutta la sua lunghezza. Nel blocco stazione erano presenti negozi, biglietterie, uffici, servizi, sale d’attesa, ascensori, scale di emergenza, e spazi per esposizioni temporanee. Tutto il blocco della stazione era sovrastato da una imponente copertura larga 120 m. e lunga 420 m. a forma di onda che si apriva verso la laguna e verso l’edificio aeroportuale. Vista dall’aeroporto questa onda formava una lunga quinta che chiudeva una vasta area al suo interno dove era stato posizionato un edificio polifunzionale che diventava baricentro del sistema e nuovo accesso all’aeroporto.